• PegasoMedia

Duecento bambini al nostro concorso di pittura

Aggiornamento: 6 feb

Sarà stato perché l’anno scorso, a causa della pandemia, il comitato organizzatore dell’ALPECIMBRA FIS Children Cup aveva dovuto annullare l’appuntamento, lasciando i bambini a bocca asciutta, sarà stato per la bella giornata di sole, quasi primaverile, che ha fatto da cornice alla manifestazione, sarà stato per la vena artistica delle nuove generazioni, fatto sta che il Premio di Pittura Cassa Rurale di Trento, abbinato da più di mezzo secolo al mondialino giovanile di sci che si disputa ogni inverno sulle nevi trentine e riproposto con grande entusiasmo oggi pomeriggio, ha riscosso un successo particolare. Lo spazio transennato ricavato in piazza Fiera, a Trento, e i 150 cavalletti posizionati a distanza di sicurezza dagli organizzatori al suo interno, sono stati occupati molto rapidamente dai bambini delle scuole elementari a cui è riservato il concorso, accompagnati dai genitori fino al proprio posto di lavoro, come vuole il protocollo, ma poi lasciati liberi di creare senza pressioni, pur osservati a distanza da mamme e papà. Gli altri hanno atteso con pazienza il proprio turno al di fuori del perimetro, utilizzando il tempo per immaginare la propria opera, tanto che ben prima dell’esaurimento del tempo disponibile tutti e duecento i kit messi a disposizione dagli organizzatori sono stati esauriti.

Il tema da interpretare utilizzando i pennarelli o, in alternativa, le matite colorate, era «Un’avventura con Fliflick», il simpatico folletto che fa da mascotte al territorio dell’Alpe Cimbra assieme alla streghetta Perti. Come sempre avviene la traccia è stata seguita in maniera assai creativa, tanto che sui fogli bianchi sono comparsi arcobaleni, alberi e fiori, animali, modernissimi edifici, ma anche piste da sci e impianti di risalita, nei quali il folletto verde con le orecchie a punta si è trovato a svolgere le mansioni più diverse. Tutti i ragazzi, alla fine, hanno potuto portarsi a casa i colori utilizzati, un palloncino e alcuni gadget, secondo il rito che accompagna i trentini dal 1966, anno in cui Rolly Marchi, con lo scopo di coinvolgere nella manifestazione sportiva anche i ragazzi che preferiscono esprimere il proprio talento con le matite invece che sulle piste da sci, ha ideato questo happening per i bambini della città.

Il compito di scegliere i dieci disegni che entreranno nella top ten del 2022 sarà ora affidato ad una commissione, che provvederà a valutarli la settimana prossima. Non potendo organizzare una cerimonia, il comitato consegnerà i premi ai vincitori giovedì prossimo presso la propria sede, ubicata a Sopramonte in via di Mura 11/15. Tutti i disegni saranno pubblicati su questo sito.


411 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti